Cos'è la Permacultura?

 

La Permacultura è un metodo per progettare e gestire in maniera sostenibile paesaggi ed insediamenti umani in modo che siano in grado di soddisfare bisogni della popolazione quali cibo, fibre ed energia e al contempo presentino la resilienza, la ricchezza e la stabilità degli ecosistemi naturali.

Oltre a questo la Permacultura è anche uno stile di vita, un modo intelligente di pensare il "vivere su questo pianeta".

Il termine "permacultura" deriva dall'inglese permaculture, una contrazione di permanent agricolture, ma anche di permanent culture. Secondo il coniatore del termine Bill Mollison: "una cultura non può sopravvivere a lungo senza una base agricola sostenibile ed un'etica dell'uso della terra".

Oggi il significato del termine si è notevolmente ampliato abbracciando molti ambiti dell’attività umana e la Permacultura diventa l’approccio - logico e ragionevole, di buon senso e multidisciplinare - che ci offre la possibilità di trasformare i problemi attuali in soluzioni reali. Di fatto, si potrebbe considerare una metodologia di ECOLOGIA APPLICATA.

 

Il Corso: 72 ore …e molto di più.

Il Corso di 72 ore è un percorso formativo di introduzione alla Permacultura ideato nel 1984 prendendo come testo di riferimento il libro “Permaculture: A Designer’s Manual” di Bill Mollison. 

Nelle materie insegnate in questo corso le organizzazioni impegnate nella diffusione della Permacultura a livello globale riconoscono il nucleo centrale delle conoscenze permaculturali essenziali.

Attorno a questo nucleo ogni Tutor, assieme agli altri Docenti, disegna un Corso che si adatterà alle necessità locali e che raccoglierà nuovi spunti nati dall’applicazione dei metodi della Permacultura, dalla sua fondazione ai giorni nostri.

Il corso di Vicenza prevede percorsi didattici interattivi in cui i partecipanti si sentiranno, fin dal primo momento, parte di un processo progettuale di gruppo. Anche per questo si è vista la necessità di ampliare il numero di giorni e di ore di docenza (fino alle attuali 144 ore!).  Si svolgerà dunque in 9 incontri di 16 ore, suddivisi in una serata (Venerdì) e due giorni (sabato e domenica), da Ottobre a Giugno. 

Si può considerare il "72  ore" come il “battesimo” permaculturale! Il corso consegna una cassetta degli attrezzi per partecipare a pieno in una delle avventure più stimolanti del nostro tempo: essere attori di quel percorso verso una società meno energivora e più gioiosa.  Questo percorso è conosciuto con il nome di TRANSIZIONE!

 

Il Tutor e i Docenti del Corso

Il Tutor è quella figura riconosciuta e abilitata dall’Accademia Italiana di Permacultura a Certificare l’effettiva avvenuta del Corso di progettazione secondo i criteri dettati dalla stessa.

Marco Pianalto è Agronomo, Insegnante, Progettista e Consulente in Permacultura e Agricoltura Rigenerativa, traduttore di molti corsi e conferenze inerenti la Transizione e le Pratiche Sostenibili. Lavora con diverse organizzazioni e associazioni Italiane ed è co-Fondatore dell’associazione seminamore, la quale ospita e organizza il corso.

Dice Marco: ”La Permacultura è definita come un metodo di progettazione sistemica applicabile a vari ambiti che spaziano dall'agricoltura alla bioedilizia, dal risparmio energetico alla costruzione di comunità sostenibili.
A me piace pensarla più come un modo per ritrovare in noi l'antica arte di abitare la natura.”

Oltre a Marco, altri Docenti specializzati in vari ambiti della Progettazione in Permacultura si susseguiranno durante i vari moduli del corso, per dare una più completa visione e una più ampia comprensione possibile della Permacultura:

 

La Facilitazione del Cambiamento e l’Apprendimento Attivo

La trasmissione della conoscenza in Permacultura avviene secondo modelli non verticistici e con la piena convinzione che i percorsi di acquisizione della consapevolezza (individuali e collettivi) non sono ne standardizzabili ne brevettabili tramite certificati. 

Il contributo più grande che ognuno di noi può dare alla Transizione consiste nel mettersi in gioco (con l’accento sul gioco!) con i propri talenti pratici e attitudinali.

Può risultare però senza dubbio interessante e arricchente inserire, nel proprio viaggio formativo in Permacultura e solo dopo aver completato il "72 ore", il percorso di Apprendimento Attivo. A tale percorso può accedere chiunque abbia partecipato con successo ad un corso di Progettazione in Permacultura di 72 ore Certificato in qualsiasi luogo del mondo. Del Percorso di Apprendimento Attivo si fanno generalmente garanti organismi operanti a livello nazionale nei singoli Paesi. In Italia per esempio è attiva in modo formale da quasi un decennio l’Accademia Italiana di Permacultura. Quasi tutti i Docenti del Corso di 72 ore di Vicenza si sono diplomati presso questa istituzione.

In un processo esperienziale della durata minima di due anni (dall’iscrizione all’Istituzione Garante e sotto la guida di tutor diplomati), si mette a prova la propria abilità di progettista, sia nella gestione di processi ecologici che nella gestione di processi sociali (con particolare rilievo ad attività didattiche e di Facilitazione in Permacultura). L’esperienza di design maturata deve essere debitamente documentata dalla presentazione di elaborati progettuali accurati per ottenere il Diploma.

Il completamento del Percorso Attivo è sancito dall’ottenimento del Diploma di Progettazione in Permacultura Applicata. Questo diploma abilita al tutoraggio dei corsi di 72 ore e al tutoraggio dei Percorsi Attivi.

Rivolgendo un occhio di riguardo ai diplomandi nel loro Percorso Attivo (che a volte si trovano sperduti nel Mare Magnum della progettazione), ma aprendosi a chiunque voglia avere gli strumenti per operare un cambiamento ecologico profondo nella società, Seminamore ha pensato a un progetto formativo chiamato provocatoriamente Accademia della Transizione.

Lungi da noi la volontà di “ingessare” i percorsi personali di ognuno. Al contrario, si vogliono dare strumenti per far uscire le potenzialità inespresse nel proprio progetto personale combinando disciplina e gioco.

Il Percorso di Apprendimento Attivo è oggetto del 2° e del 3° anno della nostra Accademia per la Transizione.

 

Due parole sull’attività professionale di Progettista in Permacultura...

La Permacultura parte dal presupposto che tutti abbiamo una tendenza innata alla progettazione in quanto legata alla condizione stessa di abitanti della Terra e parte della Natura. Secoli di progressiva urbanizzazione hanno assopito queste nostre innate abilità, ma esse sono comunque latenti in noi e si possono risvegliare. L’entusiasmo contagioso di chi partecipa ai corsi di Permacultura testimonia la vitalità che nasce dalla riattivazione di queste nostre facoltà. Si scopre ciò che non si sapeva di sapere!

Con il dovuto buon senso si possono intraprendere gradualmente attività progettuali nell’ambito famigliare e di comunità e queste possono formare parte di un processo di Percorso Attivo e di  Diploma.

Quando si affronta la progettazione per terzi (siano soggetti pubblici o privati) consigliamo cautela e l’affiancamento a progettisti esperti, specie in un territorio fragile e normativamente complesso come quello italiano.

 

Per info sui corsi clicca qui